Scambi Focusing Albano 2019

FOCUSING SCAMBI 2019

29 agosto -1 settembre 2019 Monteortone-Abano Terme
Giornate di incontro della comunità italiana di Focusing

CALENDARIO E PRESENTAZIONE DEI WORKSHOP

VENERDÌ 30 AGOSTO 9.30-12.45

Germana Ponte: Accedere a campi allargati di informazioni

Alle volte il Felt Sense rischia di essere un tantino ‘auto-referente’. Questa modalità che propongo aiuta ad allargare il campo, in modo da percepire anche le cose dal pun- to di vista dell’altro o della situazione in atto, ma solo dopo aver onorato il proprio punto di vista. In poche parole è un modo per accedere a un campo più ampio di in- formazioni.

Olga Pasquini – Metodo R.E.S. e Focusing

Sono riuscita a dare un nome al mio metodo utilizzando T.A.E. e in questa occasione propongo di esperimentare insieme la parte energetica del metodo.
’energia nel nostro corpo, o Qi, scorre attraverso i meridiani i quali veicolano informa- zioni a diversi livelli, fisici, emotivi, spirituali, mentali e cosi attraverso i meridiani rice- viamo importanti informazioni. Per contattarli si possono fare esercizi specifici che in maniera immediata ci fanno percepire queste informazioni e ci permettono di fare un check sul nostro stato attuale.

Ogni meridiano esprime la sua funzione con delle “parole chiave” . La parola chiave è una porta che possiamo aprire attraverso l’ esperienza diretta globale della funzione di ogni meridiano lasciando che attraverso la formazione di un “felt sense” possiamo ve- nire a contatto con nuovi e diversi significati .

Questi esercizi e questa modalità hanno l’obiettivo di affiancarci soprattutto con le questioni della nostra vita che vogliamo cambiare/migliorare o semplicemente accetta- re. Infine propongo alcuni stimoli da portare con noi che ci permettano di esplorare i nostri temi in relazione all’energia che scorre sia all’interno di noi che all’esterno.

Partecipanti minimo 6 massimo 14

Spazio che permetta di lavorare con il corpo anche sdraiati a terra, di muoversi e di usare la musica.

Olga Pasquini: Sono argentina risiedo a Roma, educatrice per persone con handicap, operatrice e docente shiatsu, creatrice del metodo RES (riequilibrio energetico della struttura), trainer e coordinator di Focusing. Da anni oltre all’insegnamento e la diffu- sione del Focusing sono interessata alla integrazione delle pratiche corporee e il focu- sing.

Patrizia De Patto – T.R.E. & Focusing

Riscopriamo la naturale risorsa dei mammiferi per uscire dallo stress con il metodo T.R.E. – Trauma Releasing Exercises.
Utilizziamo alcuni esercizi del metodo per sciogliere i nodi iscritti nel corpo e lasciar emergere ciò che è bloccato.

Da uno stato di rilassamento profondo riceviamo il regalo di nuove consapevolezze da esplorare con il focusing.

PROGRAMMA
Introduzione al metodo T.R.E.
Esperienza (venire con abiti comodi ed un accessorio per potersi sdraiare a terra) Scambi alla pari
Conclusioni e condivisioni in cerchio

Massimo 20 persone in una sala silenziosa abbastanza grande per potersi sdraiare tut- ti a terra

Patrizia De Patto: Counselor a mediazione corporea ad indirizzo bioenergetico orienta- to al focusing, trainer.

Valerio Loda: Scenari dell’anima con il Focusing

Il laboratorio propone un’esperienza di focusing che parte dalla costruzione di una sce- na utilizzando oggetti di vario genere (costruzioni, animali, personaggi di fantasia,) la- sciandosi liberamente ispirare da un problema, una realtà, un desiderio, un’aspirazio- ne. Su quella scena viene praticato il Focusing.

Numero massimo di persone: 20

Valerio Loda Counselor, Trainer di Focusing, “Professionista SIAF n°LO131P-CG disci- plinato ai sensi della legge 4/2013, Psicodrammatista socio AIPSIM – Associazione Ita- liana Psicodrammatisti Moreniani

VENERDÌ 30 AGOSTO

16.30-19.45

Luisa Toriggia e Bruna Blandino – Un primo approccio con l’incanto e l’ingan- no dello specchio appannato

Anche quando si è già fatto un percorso profondo sia con il Focusing che con altri stru- menti a volte rimangono degli aspetti del nostro specchio interiore che sono appanna- ti. In questo laboratorio vi mostreremo come poter esplorare proprio quelle zone, met- tendo a disposizione dei partecipanti, strumenti molto diversificati ed efficaci, che de- rivano non solo dall’Wholebody Focusing e dall’Inner Relationship Focusing ma anche da risorse che ormai fanno parte del nostro bagaglio di esperienze e conoscenze.

Tutti questi strumenti, una volta fatti propri, diverranno dei panni con cui ripulire lo specchio interiore permettendo così un rapido superamento di blocchi o abitudini con- troproducenti, dipendenze, situazioni aggrovigliate, relazioni dolorose. Lo specchio in- teriore pulito è determinante anche per mantenere efficienti ed efficaci tutte le vo- stre risorse profonde.

Luisa Toriggia e Bruna Blandino – Trainers e Coordinators di Focusing

Mimma Scigliano – Poesia e Corpo

Un mare di versi dentro di noi. Il corpo e la scrittura sono due chiavi d’accesso a un mondo interiore che, spesso, sfugge alla nostra parte cognitiva. La scrittura è l’espres- sione esteriore di un mare che è dentro di noi, quel mare che Eugene Gendlin esplora partendo dal corpo.

Il corpo sente attraverso sensazioni che stanno in profondità insieme a immagini che aspettano di essere risvegliate.
Basta mettersi in ascolto….
L’ascolto, il corpo e le metafore guidano le attivazioni di questo laboratorio che integra scrittura e Focusing.

Poesia e corpo….
Un percorso a contatto con la nostra interiorità più profonda, animato da attivazioni guidate, stimolazioni corporee ed espressivo-artistiche.
Alla scoperta del corpo come “luogo poetico” e della poesia come essenza del corpo.

Partecipanti: minimo 6 massimo 12

E’ necessario uno spazio dove si possa lavorare a terra e utilizzare materiali artistici.

Mimma Scigliano è Art Counselor, Trainer di Focusing, giornalista, poeta, scrittrice e autrice radiofonica e teatrale. La sua ricerca è volta a integrare le sue specificità pro- fessionali: la narrazione delle storie, l’ascolto del corpo secondo gli insegnamenti di Eugene Gendlin e il metodo artistico-espressivo. Strumenti alla base di un personale metodo, “Scrivere con il corpo”, sempre in sperimentazione, utile per affrontare bloc- chi nella scrittura e blocchi emotivi… per acquisire consapevolezza su aspetti della no- stra vita e riconoscere, accogliere e integrare parti di noi che chiedono solo di essere ascoltate e di potersi esprimere.

Rosanna Camerlingo – IO SONO…cantando: Focusing voice

 

La voce è il suono che viene da dentro. Con un giusto metodo attraverso la nostra voce possia- mo raggiungere la nostra profondità e da là toccare gli altri. Attraverso FOCUSING-VOICE pos- siamo sciogliere i nostri blocchi, esprimerci liberamente, “dare voce” alla nostra anima, alle no- stre parti, alla totalità del nostro essere. Insieme attraverso FOCUSING-VOICE , la respirazio- ne, il gioco e altre tecniche psico-corporee, lasciamo emergere il nostro personale suono, la nostra voce, senza timore di dissonanze perché il viaggio a noi stessi e al mondo comprende compassione, disponibilità e verità.

FOCUSING-VOICE è un’applicazione del FOCUSING di E.Gendlin . Il Focusing è un metodo per imparare ad entrare in contatto ed utilizzare la nostra conoscenza corporea delle situazioni, che è preverbale e che resa esplicita, ci consente di pensare oltre i soliti labirinti mentali, di comu- nicare ed agire. La metodologia nata per psicologi e counselor è efficace e preziosa per tutti i professionisti dell’aiuto, è possibile integrarla nel proprio approccio come risorsa professionale e come pratica per la crescita personale e contro il burn out.

Introduzione all’applicazione del Focusing Voice di Rosanna Camerlingo
I sei passi. Felt sense e presenza. Da dove può venire la nostra voce; dai felt sense e dalla pre- senza.
Gioco voci per sciogliere le tensioni
Gioco a coppie per l’ascolto.
Sintonizzazione e meditazione del cuore. In presenza. La voce dalla Presenza.
Meditazione canora per l’umanità e per la pace sulla terra : Insieme cantiamo la voce che viene dalla presenza: IO SONO…cantando la Pace.
Condivisione del lavoro e conclusioni.

Numero massimo di persone: 20

Dott.ssa Rosanna Camerlingo, nata a Napoli il 19/07/956, laureata in sociologia e in psicologia clinica e di comunità, iscritta albo psicologi Regione Campania, è stata didatta C.N.C.P, ha col- laborato come didatta alla formazione di psicologi e counselors presso vari Istituti e Centri, in particolare con l’Isppref (Istituto di psicoterapia e psicologia relazionale e familiare) di Napoli dal 2001 al 2010.

Esperta in tecniche psico-corporee, è operatrice delle Tecniche dell’Unione e del Risveglio di U.Di Grazia. E’ facilitatrice delle costellazioni ad approccio immaginale. E’ Trainer e coordinator certificata del Focusing Institute (T.I.F.I.) N.Y USA. Ha insegnato per 38 anni nella scuola pub- blica italiana occupandosi oltre che di insegnamento e di didattica, anche di formazione e di aggiornamento dei docenti, di supporto psicologico agli allievi con sportelli di ascolto e progetti extra-curriculari relativi all’Educazione alla Salute e alla Legalita’. E’ stata utilizzata in ambito scolastico sia come sociologa che come operatrice psico pedagogica. E’ formatrice AIAS e con- duce corsi di formazione per docenti di ogni ordine e grado riconosciuti dal MIUR. In pensione anticipata dal 2014, è presidente e socio fondatore dell’Associazione culturale “In ascolto..di te”. Vive a Napoli dove opera con incontri individuali e di gruppo e svolge la sua attività con in- contri e workshops anche in altre città. Ha strutturato un sistema di lavoro psico-energetico, esperienziale ed olistico:Sistema Integrato Focusing-Unione che incrocia e integra il Focusing e le Tecniche dell’Unione e del Risveglio, nonché altri metodi comprese le costellazioni ad approc- cio immaginale, sia a livello individuale che di gruppo. Il suo lavoro mirasia al disagio che alla crescita personale e professionale di individui e gruppi.

IL SISTEMA FOCUSING-UNIONE COMPRENDE:
FOCUSING e MEDITAZIONE con le Tecniche dell’Unione di U.Di Grazia
FOCUSING e BODY WORK per i professionisti del lavoro corporeo
FOCUSING VOICE per la libera espressione della voce e lo sviluppo personale e professionale FOCUSING-ART per poter fruire e creare arte dalla saggezza corporea
FOCUSING, GENOGRAMMA e COSTELLAZIONI ad APPROCCCIO IMMAGINALE
per leggere le trame familiari alla luce della saggezza corporea
Sito web : www.focusing-unione.it

Email : rosanna.camerlingo@libero.it

SABATO 31 AGOSTO

9.30-12.45

Agostino Manni: Focusing e ascolto nelle telefonate di pensieri di suicidio.

Il fenomeno dei suicidi in Italia. Le parole chiave nelle richieste di aiuto. Simulazione di una telefonata tipo. Il contributo del Focusing nell’ascolto empatico e lo sviluppo dell’auto aiuto. La respirazione.

Agostino Manni, focusing trainer dal 2012 (Nicoletta Corsetti) promuove e insegna il Focusing e l’ascolto in vari gruppi (psicosintesi, giornata mondiale dell’ascolto, assi- stenti sociali, counselors pubblici e privati, anziani). Svolge dal 2018, settimanalmen- te, attività di volontariato presso SAMARITANS ONLUS, associazione internazionale di sostegno telefonico a chi pensa di suicidarsi” www.samaritansonlus.org/ Introduce il superamento della sofferenza con tecniche di auto aiuto attraverso interventi indivi- duali e di gruppo in vari contesti. Ad ottobre 2019 inizierà il quarto anno di attività con il suo gruppo di ascolto quattordicinale del sabato “FOCUSING la giustiana” con in- tegrazioni mensili di incontri a tema.

Diana Scalera – Wholebody Focusing attorno al pranzo di famiglia

Un modo in cui impariamo a conoscere noi stessi è essere circondati dalle nostre fami- glie. Essere attorno di tavolo della cena è il momento in cui abbiamo la più intensa esperienza di noi stessi in relazione alle nostre famiglie. Questo seminario utilizzerà Focusing e nostri sei sensi: tatto, olfatto, udito, gusto, vista e, energia corporale, per riportare il senso del corpo di come siamo diventati ciò che siamo ora. Esploreremo come il nostro corpo reagisce ai pensieri, ai ricordi e ai felt senses nati dal ricordo dei “pasti in famiglia”. Questo workshop ha come obiettivo l’identificazione di quei felt senses ai gusti, alla consistenza, alle immagini, ai suoni e agli odori risvegliati dalla rievocazione di tempi ed esperienze conviviali precoci.

Diana Scalera vive a New York City ed è stata insegnante di scuola secondaria per 26 anni. Filmmaker, Reiki Master, Focusing Trainer. Ora è Trainer di Wholebody Focusing (certificata dal “Focusing Institute” di New York).
Scrive e amministra il Wholebody Focusing Blog di Kevin McEvenue su https://whole- bodyfocusing.blog

Ha il suo terzo grado nell’USUI Reiki Ryoho Metodo di guarigione naturale. E’ una cineasta. Puoi vedere i suoi film a questi link. www.vimeo.com/dscalera
https://vimeo.com/user83471055 https://www.youtube.com/channel/UC5qVYvVvyULpp2Alh3rfD-Q/videos dscalera@rcn.com

Donatella Morelli: Lavorare con l’Energia Spirituale della Presenza

Tutti conosciamo gli effetti della pratica del Focusing, ne assaporiamo la piacevolezza quando avvengono gli shift, ne verifichiamo gli effetti profondamente trasformativi nella nostra vita, ne intuiamo la vastità. È sicuramente uno strumento che ha poten- ziato enormemente il lavoro personale di chi aveva il desiderio di conoscere più pro- fondamente la propria personalità e come poterne

migliorare il funzionamento là dove ci fossero dei blocchi.
Il Focusing è anche uno strumento che può portarci a contattare altri spazi, che non siano strettamente legati alla personalità incarnata, ma piuttosto alla sua matrice ani- mica. Nel praticare il Focusing infatti, si può arrivare a percepire nel corpo veri e pro- pri “stati dell’Essere” che non fanno parte della nostra percezione ordinaria, ma che hanno una valenza traformativa enorme per i nostri blocchi, per ciò che crediamo di non riuscire ad intraprendere pur sentendone un anelito profondo.
Il Focusing può diventare uno strumento che si può utilizzare come ingresso alla medi- tazione, oppure come pratica spirituale in sé, per potere identificare nella nostra quo- tidianità la voce della nostra anima che ha per noi delle indicazioni precise che, se sappiamo riconoscere, ci possono portare in spazi di vera e propria gioia di vivere, gratitudine, leggerezza e, sopratutto, individuazione del nostro personalissimo scopo del nostro essere qui sulla Madre Terra.
Nel workshop sperimenteremo modalità per contattare questa energia ultrapsichica di cui il Sé in Presenza è un vero e proprio portale. Andremo a sperimentare come la Presenza può ampliare ulteriormente il suo sguardo e la sua potenza curativa affidan- dosi a forze vibratorie ancora più grandi, sempre restando agganciati alla enorme sa- pienza del nostro corpo.
Lo faremo attraverso alcuni esercizi di focalizzazione per contattare vibrazioni più alte del nostro Essere e anche modalità di rispecchiamento delle parti che possono aiutarci a prenderci cura di quelle ferite che spesso appartengono non solo alla storia indivi- duale ma al percorso che l’anima intraprende attraverso le vite in cui si è incarnata.

Donatella Morelli, Focuser trainer e Coordinator, Counselor a mediazione corpo- rea (SIAB), Counselor Olistica (Professionista SIAF Cod. ER138T-TR – secondo la Leg- ge n°4 del 14 gennaio 2013)
Helper del Sentiero di Eva Pierrakos. Da sempre interessata a conoscere e a realizzare lo scopo della mia anima, ho intrapreso varie terapie, percorsi e pratiche di conoscen- za di me fino a trovare nel focusing una via di accesso diretto alla mia personale Mae- stria.

 

Maria Emanuela Galanti: Una introduzione alla Filosofia dell’implicito

Presentazione (2 ore)

Attraverso una riflessione ragionata sui due termini “processo” e “modello” che com- pongono l’opus magnum di Gendlin nonché la visione del Video di Nada Lou intitolato “Un’occhiata a Un Modello di Processo” metteremo a fuoco due caratteristiche princi- pali della filosofia dell’implicito:

a) il suo presentarsi come una teoria (modello) che cambia il significato di “implicazio- ne”, ossia il significato di sistema logico deduttivo proprio della filosofia analitica statu- nitense (e quindi in stretto dialogo implicito con questa);
b) il suo costruire il modello teorico di derivazione (deduzione) tra processi e non tra proposizioni, lasciandosi quindi alle spalle la conoscenza proposizionale per costruire una conoscenza procedurale del processo fondamentale, quello della vita stessa.

La scelta di Gendlin di allontanarsi dai sistema di conoscenza proposizionale per acce- dere a quella del processo vitale è in ultima analisi il motivo profondo dello scarsissi- mo successo accademico delle opere filosofiche di Gendlin, che non ha mai rese espli- cite le sue fonti di riferimento e ha raramente sottolineato la rilevanza per gli esseri umani di una costruzione tanto magniloquente e dettagliata quanto oscura nella gene- si e negli intenti.

Per poter apprezzare la filosofia dell’implicito, entrambe queste dimensioni devono ora essere rese esplicite, secondo quanto asserisce MEG, che nella presentazione offrirà sia un lettura in contesto storico di APM e di ATPC (A theory of personality change) sia un suo personale apprezzamento della estrema rilevanza del Focusing per il destino dell’umanità.

Worksop (1 ora) “In cosa continuera’ il nostro corpo?”

La definizione di Gendlin del (nostro?) corpo come processo che continua quando un altro processo termina, porta con se’ la domanda del come sarà quel corpo in cui … continueremo. Elaboreremo le nostre risposte personali sul tema partendo dalla lettu- ra di alcuni testi scritti (con registri molto diversi tra loro). Poiché le risposte avranno la forma di un simbolo e non di una proposizione o di un concetto, potremo così espe- rire un tratto fondamentale delle pratiche associate alla filosofia dell’implicito: il potere trasformativo di prodotti culturali “esterni” nel ciclo funzionale “esterno-interno-ester- no” dove il nuovo livello raggiunto dopo l’immersione all’interno non è più un prodotto finito ma richiede un completamento.

SABATO 31 AGOSTO

16.30-19.45

Bruna Blandino e Rosa Catoio: La Conversazione dal Cuore (Heartfelt Conver- sation)

Introduzione alla Conversazione dal Cuore (Heartfelt Conversation), una Modalità par- ticolare di Wholebody Focusing.
La Conversazione dal Cuore nell’Wholebody Focusing nasce e si sviluppa grazie a quanto osservato da Kevin McEvenue e Karen Whalen nelle loro sessioni. Essi notaro- no come il tema esplorato da uno dei Partner risuoni anche per l’altro.

Qui l’accento verrà messo sulla modalità tipica dell’Wholebody Focusing che prevede la percezione del campo formato dai due partner, Focalizzatore ed Ascoltatore.
Ai partecipanti verrà spiegata la modalità di entrare in un processo di Wholebody Fo- cusing e avranno la possibilità di praticare in coppia, approfondendo in tale modo la loro percezione del campo.

Numero massimo di persone: 25

Laura Talamoni: l’ascolto del corpo per ritrovare le memorie degli eventi del passato e permettere ai processi bloccati di evolvere e completarsi

Gli eventi del presente spesso sono vissuti con una grande carica emotiva perché ri- svegliano memorie di eventi del passato: come facilitare la trasformazione e l’evolu- zione dei processi bloccati grazie al Focusing insieme ad alcuni altri suggerimenti pro- venienti da Ipnosi eriksoniana, costellazioni familiari e yoga.

Numero massimo di persone: 25

NOTA TECNICA: Come avverrà la scelta delle sale dove si svolgeranno i workshops (ws)

Siccome avremo 3 o 4 ws in contemporanea in sale di diversa grandezza, la scelta della sala, specialmente del salone, dovrà avvenire in base all’effettivo numero di iscritti ai singoli ws (per evitare un salone con poche persone e una sala più piccola strapiena dove si lavora male).

Di fatto ci si iscrive sempre ai ws sul posto – anche per questo c’è una presentazione dei labo- ratori il giovedì sera – e lo faremo anche questa volta, ma ci impegneremo tutte/i a scegliere per tempo il nostro ws, al più tardi entro la mezzora precedente l’inizio del ws stesso.

In pratica nella hall ci sarà un tabellone dei WS della giornata (con orari e titoli) dove i parteci- panti scriveranno il loro nome in corrispondenza del WS scelto – come è sempre avvenuto, solo che questa volta le iscrizioni si chiuderanno mezzora prima. Questo permetterà ai conduttori dei laboratori di avere tempo per incontrarsi almeno mezzora prima per valutare assieme qua- le sarà l’aula più adatta per il loro WS, che a quel punto scriveranno sul suddetto tabellone ac- canto al titolo del loro ws.

Quindi per sapere qual è la sala dove si svolgerà il ws che abbiamo scelto basterà passare nel- la hall circa 15 minuti prima dell’inizio del workshop. Probabilmente questo lo si potrà sapere anche molto prima se chi si iscrive lo fa con buon anticipo, dando così modo ai conduttori dei ws di farsi presto un’idea di chi andrà nel salone e nelle altre sale.

In pratica: per i 4 Workshop previsti la mattina di venerdì 30 agosto, inizio ore 9.30, le iscri- zioni termineranno entro le 9 della mattina stessa (ma già dalla sera di giovedì ci si potrà iscri- vere!); per i workshop del pomeriggio, inizio ore 16.30, le iscrizioni termineranno entro le 16.00 (ma ci si potrà iscrivere già dalla mattina o da subito dopo pranzo!). Stessa cosa per il sabato.

SPAZIO COMUNICAZIONI

Oltre ai ws c’è uno spazio dedicato alle ‘Comunicazioni’. Queste hanno lo scopo di in- formare in modo più puntuale su esperienze, iniziative, progetti di focusing realizzati o in via di realizzazione in Italia (o anche all’estero se chi le presenta ritiene siano utili da conoscere). Sappiamo che la comunità italiana è ricca di esperienze, spesso poco conosciute, e crediamo che questa sia un’ottima occasione per metterle in comune a vantaggio di tutti, come già accaduto in passato.

Sabato 31 agosto

15.30-16.00

Roberto Tecchio e Alessandro Rinaldi. L’esperienza dei corsi di focusing presso l’ospedale Sant’Andrea di Roma: come li abbiamo impostati e come si sta sviluppando l’esperienza (siamo al terzo anno).

Per ora è prevista solo questa comunicazione, ma c’è spazio per altre (per esempio potrebbe essere interessante far conoscere l’esperienza delle Tavole Rotonde in italiano organizzate da TIFI, o avere notizie dell’associazione europea di Focusing, o far conoscere il progetto curato da Nada Lou per mettere in rete in modo ‘ragionato’ i moltissimi discorsi di Gendlin, oppure condividere idee come quella lanciata da Valerio Loda nei mesi scorsi di realizzare dei Quaderni di Focusing a partire dagli atti di questo esperienziale, ecc). Le comunicazioni possono essere proposte direttamente anche nei giorni dell’incontro (referente Roberto Tecchio).

Subscribe to Blog via Email

Enter your email address to subscribe to this blog and receive notifications of new posts by email.

Join 434 other subscribers

At the end of the blog is an area for replies. At the bottom of the previous replies there is a title “Leave a Reply.” Post your comment in this box. When your are finished, the interface will ask for your email address and name. Your website is optional. You might want to click on “Notify me by email when the comment is published.” This is a moderated blog. When your post is approved, it will appear on the page below the blog. Posts that are relevant to the blog and are in the spirit of focusing will be approved.